“El castigo de Dios”: Cagliari negli anni della “Peste Barocca”

Nel corso del XVII secolo la Sardegna fu sconvolta dal terribile flagello della peste che, da Alghero, raggiunse in breve tempo i principali centri dell’isola, decimando la popolazione e dando vita ad uno tra i momenti più bui della storia. La medicina sembrava non sortire alcun effetto, pertanto gli abitanti cominciarono a trovare conforto nella fede, dando vita a credenze popolari, nuovi culti e tradizioni che si mantengono vive ancora oggi, come nel caso della devozione verso Sant’Efisio. Quali luoghi, storie e personaggi di Cagliari sono legati al terribile morbo?

INFO

Sabato 14 Dicembre

17.00

1 ora e 45 minuti

€10 adulti

€5 bimbi dai 7 ai 10 anni

bimbi fino ai 6 anni gratis.

Il costo comprende anche il ticket di ingresso al Museo Diocesano.

LUOGO D’INCONTRO

Piazza Palazzo (fronte Palazzo Viceregio).

PRENOTA

Tramite telefono, sms o whatsapp al 348.5223897. Ricorda di indicare il tuo nome e il numero dei partecipanti

La prenotazione è obbligatoria!

DETTAGLI

Difficoltà: facile prevalentemente su rettilinei con tratti di scale e lievi pendenze.
Il percorso si svolge sia in esterna che all’interno del Museo Diocesano.

Quartieri Castello e Stampace. Torri, Arsenale, mura spagnole, piazze, Cattedrale, Museo Diocesano.

Non sono ammessi cani.

Escursione garantita anche in caso di lievi piogge.
Parcheggio gratuito in V.le Buoncammino e a pagamento lungo V.le Regina Margherita e Via Ubaldo Badas