Guide turistiche e social ai tempi del Covid-19. Cosa si può fare?

Ed eccoci qui. Giorno 2. Le guide turistiche sono in quarantena, oltre che senza lavoro, i turisti sono barricati nelle proprie case (si spera!) e non si può far altro che aspettare pazientemente che quest’incubo finisca per tornare a vivere la vita che avevamo, e che sicuramente cominceremo ad apprezzare davvero!

In un momento di noia condivisa i social sono ancora una volta uno strumento di svago, spesso compulsivo, in cui tutti noi, inevitabilmente cadiamo. C’è chi esce a fare una passeggiata (nell’incertezza interpretativa di una norma poco chiara), chi legge, chi cucina, chi dorme, chi guarda un film o una serie tv ecc. Eppure, tra un’attività e l’altra, tutti noi continuiamo ad aprire Facebook o Instagram.

Cosa possiamo fare, dunque, noi guide turistiche attraverso i social? Che messaggi possiamo dare o che contenuti potremmo promuovere?

Io ne ho pensati tre.

1. Trasmettiamo positività

I social sono come uno specchio. Non solo un contenuto che lanci torna indietro, ma quel che scrivi e che condividi si riflette e ti mostra qualcosa. Ecco perché bisogna usarli per condividere contenuti e messaggi positivi, sempre. Bisogna dare a chi ci segue l’idea che questo è solo un momento destinato a passare e che l’attesa renderà ogni nuova scoperta ancora più bella! Ogni luogo che si è già conosciuto potrà essere guardato con occhi diversi e sarà solo questione di tempo. Quindi, coraggio, condividiamo positività! Non solo è gratis, ma è contagiosa!

2. Coltiviamo la relazione

La guida turistica, come ho sempre sostenuto, è un ambasciatore del territorio. A lei spetta il compito e il privilegio di divulgare conoscenza ed educare alla bellezza. Certo, questo lavoro implica il contatto diretto con le persone, oltre che con i monumenti, e proprio dalla relazione trae la sua maggiore forza trasformandosi in un’esperienza bellissima.

Ma in un momento in cui si deve stare lontani per la salute di tutti, la rete può essere uno strumento efficacissimo per continuare a comunicare con i nostri affezionati ospiti. Manteniamo la relazione a distanza, suscitiamo dibattiti e confronti, invitiamo le persone a seguirci per ulteriori informazioni, notizie e curiosità. Anche la cultura, come la positività, può essere contagiosa!

3. Reinventiamoci

La storia ci insegna che l’uomo che è sopravvissuto al tempo è quello che è stato capace di adattarsi al cambiamento. E in questo momento, più che mai, è necessario adattarsi. Non sappiamo quanto effettivamente potrà durare questa situazione, quindi perché non cogliere l’opportunità per guidare il cambiamento, piuttosto che farsi guidare dagli eventi? Siamo guide, no? Spetta a noi il controllo dell’agire!

Come fare?

Approfittiamo della rete per creare qualche nuova rubrica tematica, divulgare qualche bella foto o condividere qualche breve video. Alimentiamo il blog, se ne abbiamo uno, oppure invadiamo la rete di contenuti digitali. Permettiamo a chi ci segue di conoscerci da altri punti di vista, diamo libero sfogo alla creatività per portare la cultura a casa delle persone.

Io sto cominciando da qui… Chissà che non venga fuori qualcosa di bello! Vi terrò informati!

A presto!

Un abbraccio virtuale 😉

Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *