Tra nuraghi e Nuragus: tour e degustazione guidata a Sarroch

Tra il XVI e il IX secolo a.C. in Sardegna si affermano i nuraghi, edifici costituiti da una caratteristica forma tronco-conica che rappresentano la principale eredità costruttiva della civiltà dei sardi.
Queste affascinanti strutture megalitiche caratterizzano in maniera significativa e fortemente identitaria il paesaggio sardo, custodendo ancora oggi i grandi misteri della civiltà che li ha realizzati.
Il nuraghe “sa domu ‘e s’ orku” di Sarroch, a poca distanza dall’attuale abitato e immerso in una fitta vegetazione di macchia mediterranea, rappresenta una delle tipologie di nuraghe meno diffuse, detta “a tancato”, costituita da due torri e un cortile centrale.
Ma oltre ai nuraghi, l’immensa eredità del popolo nuragico è visibile nella coltivazione della vite, che le genti sarde conoscevano e coltivavano fin dall’Età del Bronzo.
Tra i vitigni più rappresentativi e antichi della Sardegna, il Nuragus è anche il più coltivato tra quelli a bacca bianca, soprattutto nelle province di Cagliari e Oristano, seppur con una graduale tendenza ad una riduzione delle superfici, che sono arrivate a contare fino al 40% dell’estensione totale dei vigneti dell’isola. La notevole diffusione di questo vitigno va ricercata nella sua adattabilità ad ogni tipo di terreno, nella sua rusticità e, soprattutto, nella sua generosità produttiva.

INFO

Sabato 17 Aprile 

Ore 16.30

2 ore e 30

18 € adulti.

LUOGO D’INCONTRO

Parcheggi del Nuraghe, Strada Comunale Perd’e Sali, Sarroch

PRENOTA

Tramite telefono, sms o whatsapp al 348.5223897. Ricorda di indicare il tuo nome e il numero dei partecipanti

Riscatta un voucher

    Clicca qui Informativa ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation) 2016/679.

     

    La prenotazione è obbligatoria!

    DETTAGLI

    Difficoltà: Facile.   Strada sterrata con tratti di scale e lievi pendenze.

    Il percorso si svolge totalmente in esterna.

    Nuraghe “sa domu ‘e s’orcu”

    Sono ammessi cani di piccola e media taglia, tenuti al guinzaglio.

    Escursione non garantita in caso di lievi piogge.

    Tutti gli spostamenti si svolgono con mezzi propri.